18/09/15

Il 26 Settembre a Expo si parla di Bioresistenze e agricoltura responsabile


Sabato 26 settembre, ore 10.30 al Teatro della Terra presso il Padiglione Biodiversità ad Expo 2015 il documentario di Cia - Confederazione Italiana Agricoltori sull'agricoltura che resiste alle mafie, al deturpamento del suolo e del paesaggio, che difende la biodiversità. 


Un agricoltura che è pratica di democrazia e responsabilità.



15/09/15

Seminario "Istituzione di un'area marina protetta nel tratto costiero del Comune di Manduria"

Seminario "Istituzione di un'area marina protetta nel tratto costiero del Comune di Manduria" 
Martedì 29 settembre 2015
Ore 18,00
Sala Consiliare Comune di Manduria

19/05/15

Ecoreati, finalmente dignità di legge!

Il Senato dice sì al disegno di legge contro gli ecoreati. Con 170 voti  a favore, 20 a sfavore e 21 astenuti, il ddl Ecoreati è diventato legge. 
Molti i commenti soddisfatti su Twitter
Ermete Realacci
"Possiamo finalmente brindare a ok definitivo , legge che cambia in meglio l’Italia"


Maurizio Santangelo
"Ce l'abbiamo fatta, la nostra legge sugli ecoreati è stata approvata. Adesso chi inquina rischia fino a 20 anni.."

Francesco Loiacono
Anche a brindiamo con per approvazione Ddl Lo speciale sul prossimo numero
Collegamento permanente dell'immagine integrata

Roberto Della Seta 
è FATTA! Dopo 20 anni i delitti ambientali nel codice penale, bella giornata per il "popolo inquinato"
Collegamento permanente dell'immagine integrata

WWF Italia
finalmente nel codice penale: la magistratura ha ora strumenti per contrastare chi inquina e provoca disastri ambientali

Legambiente Lazio
VITTORIA!! Gli sono nel codice penale!

Collegamento permanente dell'immagine integrata

12/05/15

Greenpeace sostiene l'agricoltura sostenibile

L'Italia è uno dei più grandi utilizzatori di pesticidi in Europa.
Solo nel 2007 ogni ora sono state consumate 269 tonnellate di pesticidi per l'agricoltura industriale.
Gli impatti negativi dell'uso dei pesticidi in agricoltura sono visibili non solo sugli insetti impollinatori come le api, sulle risorse idriche, sul suolo e sul nostro cibo, ma anche sulle stesse persone che quel cibo lo coltivano.Questo sistema malato deve cambiare!
Greenpeace sostiene il cambiamento,chiedendo a noi tutti di aderire al programma "So cosa mangio".

Greenpeace Italia

Monocolture, OGM e un pesante uso di pesticidi e fertilizzanti di sintesi, sono le caratteristiche di questo sistema, controllato da un gruppo ristretto di multinazionali. Le grandi aziende agroalimentari e i giganti della chimica come Syngenta, Bayer, BASF e Monsanto hanno un potere enorme sul mercato. Questo sistema fallimentare minaccia le risorse naturali e la fauna selvatica, come api e altri impollinatori fondamentali, incide sulla salute delle persone, compromette il nostro cibo, contamina le acque e il suolo, impoverisce gli agricoltori. Questo sistema malato deve cambiare!

09/05/15

Auguri Madre Terra da Greenpeace

Il 10 Maggio sarà celebrata la Festa della Mamma e Greenpeace vuole fare degli auguri speciali a tutte le mamme del mondo, soprattutto alla nostra: Madre Terra!

Greenpeace News



Greenpeace News

08/05/15

Concorso fotografico WWF #abbracciaunalbero



"Amo appoggiare la mia mano sul tronco di un albero davanti il quale passo, non per assicurarmi dell’esistenza dell’albero – di cui io non dubito – ma della mia" 
(Christian Bobin)
 
E' iniziato il più grande concorso fotografico dedicato a chi sa quanto gli alberi e le foreste siano importanti per il nostro pianeta.

Link ufficiale qui

Dimostra il tuo amore per la natura, per gli alberi e per un futuro dedicato alle prossime generazioni:scatta la tua foto, caricala sul sito e condividila sui tuoi Social.

La foto che riceverà più voti vincerà un incredibile viaggio WWF!

Ogni anno, 13 milioni di ettari di foreste vengono abbattute: serbatoi preziosi di biodiversità che perdiamo per sempre.
 
Il WWF è impegnato per fermare questa distruzione e tutelare ambienti indispensabili alla sopravvivenza di tutte le specie viventi, Uomo compreso.

Unisciti ora al WWF per garantire un futuro alle nostre foreste! 

 

Corso EuroMediterraneo di Giornalismo Ambientale "Laura Conti"



Aperte le iscrizioni al Corso EuroMediterraneo di giornalismo ambientale Laura Conti - XV EDIZIONE

Il 26 ottobre ricomincia l’avventura!
La XV edizione del Corso EuroMediterraneo di giornalismo ambientale Laura Conti si tiene per il settimo anno consecutivo nel Campus universitario di Savona e propone un’originale miscela di cultura, informazione e conoscenza del territorio. Rivolta a giornalisti professionisti e pubblicisti, che potranno ottenere crediti formativi riconosciuti dall'OdG ai fini della formazione continua, l’iniziativa è aperta anche a laureati e diplomati interessati alle conoscenze di base e alle tecniche dell'informazione ambientale. Il Corso si conclude il 4 dicembre e prevede la partecipazione di 20 giovani, tra italiani e stranieri, che possono usufruire di borse di studio. Seguono un percorso di formazione completo in cui si affrontano tematiche scientifico-naturalistiche di comunicazione giornalistica e di carattere normativo: dura sei settimane e prevede 220 ore di lezione tra teoria e praticaOgni studente lavora all'interno di un laboratorio redazionale e redige articoli finalizzati anche alla pubblicazione di uno speciale del mensile di Legambiente, La Nuova Ecologia, che viene redatto durante il workshop. Una fase di lavoro in cui gli studenti realizzano servizi giornalistici sulle valenze naturali e sociali, le risorse, i problemi e le opportunità di sviluppo dell'area. Una volta terminato il corso è possibile partecipare a stage presso testate giornalistiche e uffici stampa.

Le adesioni, corredate di Curriculum vitae e Lettera motivazionale devono pervenire entro il 3 luglio presso la segreteria del Corso Laura Conti all’indirizzo mailformazione@lanuovaecologia.it o all’indirizzo: via Alessandro Serpieri 7 – 00197 Roma. 
Infoline: 06/3213054

trovi il bando qui

Prossimo appuntamento "Ecofemminismo: un approccio di genere alla questione ambientale"

Giovedì 14 Maggio 2015
Comitato per Emiliano, Bari

Un approccio di genere alla questione ambientale


15/04/15

L'argento colloidale di Jean Patrick Bonnardel

Argento colloidale
L'alternativa naturale agli antibiotici
Jean - Patrick Bonnardel
Edizioni Il Punto d'Incontro, 2015


Recensione di Mariagrazia De Castro

In Italia si consumano molti antibiotici. 
Una ricerca coordinata dal prof. Massimo Filippini dell’Università di Lugano e dal professor Giuliano Masiero dell’Università di Bergamo e Lugano, presentata in occasione del 2° Health Econometrics Workshop tenutosi presso l’UniversitàCattolica del Sacro Cuore di Roma, ha dimostrato che si consuma una quantità di antibiotici notevole e soprattutto con disparità tra le diverse regioni italiane, attribuibili a fattori differenziali in termini demografici, culturali, economici e sociali.

Lo studio, inoltre, ha evidenziato che il consumo di antibiotici sembra influenzare la dinamica di consumo dell’anno successivo: il che è spiegabile sulla base della resistenza che i batteri sviluppano nel tempo e che può contribuire al fallimento terapeutico.

In altre parole l’antibiotico non fa effetto.
Da diversi anni molti studiosi, ricercatori, naturopati, stanno studiando le alternative naturali  all'antibiotico, efficaci e capaci di usare in modo consapevole e attento ciò che la Natura ci ha consegnato.

Uno di questi è Jean – Patrick Bonnardel, biochimico specializzato in immunologia, micologia e fito – aromaterapia  francese che da diversi anni si occupa della sperimentazione e della ricerca di rimedi a base di metodi colloidali. 

Per la casa  editrice Edizioni Il Puntod’Incontro ha scritto un saggio molto approfondito sull'argento colloidale, potente antibiotico e antibatterico naturale, le cui micro particelle riescono a penetrare nella membrana protettiva dei batteri patogeni, disattivando la loro capacità di nuocere all'organismo.

L’argento colloidale è un colloide, una miscela intermedia tra soluzione e dispersione, consistente in particelle d’argento sospese in un liquido
Come ha affermato nella sua prefazione Gilbert Bordin, “anche il pubblico in generale merita di essere informato su un rimedio così efficace” ed è così: un saggio così profondo, interessante e che piacevolmente informa è un grande tassello nel panorama della divulgazione scientifica perché mette a disposizione dei lettori un rimedio da tenere sempre a portata di mano per tutta la famiglia.

L’autore descrive l’origine e il funzionamento dei batteri cominciando dalla loro presenza come microrganismi che abitano la terra da ben 3,8 miliardi di anni e che svolgono un ruolo essenziale nel riciclo della materia organica. L’argento colloidale svolge una potente attività antibatterica, li combatte e ciò è dimostrato da numerosi studi clinici. 

Può essere efficacemente impiegato contro infezioni di vario tipo anche serie (polmonite, dissenteria, meningite, infezioni cutanee, intestinali e delle vie urinarie), perché il “consumo eccessivo e il cattivo utilizzo degli antibiotici costituiscono due delle cause principali della comparsa di resistenze”.

L’autore auspica una presa di coscienza a livello globale contro i pericoli per la salute e per l’ambiente derivanti dall'utilizzo indiscriminato di antibiotici. L’abuso di antibiotici nell'uomo, in agricoltura e nell'allevamento è un’emergenza ambientale e di salute pubblica.


L’inquinamento da antibiotici è una realtà preoccupante. Le sostanze antibiotiche sono contaminanti per le acque (poiché solo una parte del farmaco somministrato viene trattenuto dal corpo, mentre la restante viene escretata per via urinaria). 

Un altro problema è che essi possono danneggiare la depurazione delle acque poiché alcuni impianti per eliminare dei dati inquinanti, utilizzano dei batteri che possono venire danneggiati dai residui di antibiotici.

Il volume prosegue con interessanti indicazioni terapeutiche dell’argento colloidale: in maniera chiara e semplice l’autore indica come usarlo contro le ustioni piuttosto che contro le candidosi o le congiuntiviti.

Argento colloidale


Un libro che merita di essere letto, un prontuario per risolvere in maniera sana, naturale e efficace quei disturbi lievi per i quali si abusa di antibiotici senza motivo, vanificando peraltro il loro potere di cura.